Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Nuova Pallacanestro Monteroni

News

Quarta Caffè Monteroni: la magia tarantolata piega Ostuni!

Domenica 11 Marzo 2018 in Prima squadra

 

Quarta Caffè Monteroni (73): Durini (9), Errico, Leucci (12), Chirico (13), Ljoljic (16), Guido (n.e.), Tsatas (4), Latella (19), Quarta, Pallara (n.e.), Martino (n.e.). All.: Sandro Argentieri

 

Cestistica Ostuni (59): Baraschi (9), Laquintana (19), Kasongo (6), Vignali (7), Masciulli (2), Tanzarella (6), Semerano (n.e.), Petralori (n.e.), Di Salvatore, Giannotte (n.e.), Cafarella (n.e.), Caloia (10). All.: Coco Romano

 

 

Parziali: 24-20; 16-7; 14-12; 19-20

Progressivi: 24-20; 40-27; 54-39; 73-59

 

Arbitri: Maurizio Ceo di Bari e Francesco De Carlo di Lequile (LE)

 

 

 

La Quarta Caffè Monteroni ingrana la terza e piazza il tris di vittorie superando tra le mura amiche la Cestistica Ostuni con il punteggio di 73-59.

Con una delle prestazioni migliori della stagione, il collettivo tarantolato è riuscito a battere una squadra ostica come quella ostunese, facendo del gioco di squadra l’arma vincente.

 

 

Già nel primo periodo, le due squadre duellavano a suon di canestri, rendendo godibile il match sin dalle battute iniziali. Giovanni Laquintana (19) sfoggiava tutto il suo talento con una serie di realizzazioni dall’elevato coefficiente di difficoltà, ma sul fronte monteronese si facevano trovare pronti i mai domi Francesco Leucci (9) e Miroslav Ljoljic (16). Gli attacchi scintillavano con un ritmo di gioco particolarmente alto, chiudendo il primo parziale sul 24-20.

 

La seconda mini-frazione incominciava con marce leggermente più basse ed un gioco più fisico, in cui le difese iniziavano a prendere le giuste misure. In particolare, i padroni di casa stringevano le maglie nella zona del campo “meno nobile”, inaridendo la verve offensiva di Vignali (7), Baraschi (9) e compagni. A metà quarto, il duo composto da Antonio Chirico (13) e Domenico Latella (19) spingeva in doppia cifra di vantaggio il team griffato “Quarta Caffè”, mentre il giovane Ludovico Quarta si impegnava in fase difensiva. Gli atleti e gli staff tecnici prendevano la via degli spogliatoi sul punteggio di 40-27.

 

La pausa serviva ad entrambe le squadre per ricaricare le batterie e per riordinare le idee, ma a trarne immediato vantaggio era ancora una volta la NPM, con un parziale iniziale di 6-0 che scavava un gap importante: Federico Durini (9) si distingueva tanto in fase realizzativa quanto indossando le vesti del “direttore d’orchestra”, mentre Tsatas (4) ed Errico lottavano come di consueto su ogni pallone.

I viaggianti, con le spalle al muro, provavano a rientrare in scia grazie alla prestazione rocciosa di Caloia (10), senza tuttavia riuscire a ricucire lo strappo e a riportarlo in singola cifra, come testimoniato dal 54-39 che apriva la frazione decisiva.

 

In un match sempre più fisico, Ostuni si riaffacciava prepotentemente e riapriva la sfida con una serie di canestri firmati dal solito Laquintana e dal duo composto da Tanzarella (6) e Masciulli (2).

Tuttavia, i tarantolati rimanevano padroni della situazione, alternandosi in fase realizzativa. Prima Ljoljic e Chirico incendiavano la retina avversaria, poi Leucci completava un gioco da tre punti prezioso nell’economia del match. Ma a imprimere la svolta decisiva era ancora una volta un perfetto Latella che, con un micidiale due su due dall’arco dei sogni mandava virtualmente i titoli di coda sulla sfida.

 

 

Una vittoria dal peso specifico enorme per la formazione allenata da coach Sandro Argentieri: davanti ad un Pala “Quarta-Lauretti” caldissimo e sempre pronto a sostenere i propri beniamini, gli atleti tarantolati hanno conquistato un successo che, sommato alla contestuale sconfitta di Mola proietta la NPM a soli due punti dalla zona playoff. La straordinaria crescita che ha accompagnato la formazione gialloblù nel corso di questa stagione sta portando i suoi frutti, permettendo al collettivo salentino di esprimere una pallacanestro spumeggiante in grado di tener testa a qualsiasi avversario.

 

La strada verso la post-season, ancora lunga e ricca di difficoltà, passa dalla prossima sfida: domenica 18 marzo, la banda gialloblù sarà in trasferta a Ceglie per affrontare la capolista Nuova Pallacanestro Ceglie. Quella che qualche mese fa poteva apparire una partita già persa in partenza, vedrà i monteronesi desiderosi di giocarsi le proprie carte e consapevoli dei propri mezzi.

 

 

Matteo LEO (foto di Mino LEO)