Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Nuova Pallacanestro Monteroni

News

NPM: Una vittoria che pesa come un macigno!

Domenica 2 Dicembre 2018 in Prima squadra

 

New Basket Mola (59): Stimolo, Gachette (27), Preite (4), Cordici (10), Cairns (11), Fathallah, Caradonna, Tartaglia (5), Tanzi (2), Susca. All.: Gabriele Castellitto 

 

Nuova Pallacanestro Monteroni (65): Errico (7), Calasso L. (9), Raupys (13), Chirico (10), Adekunle (14), Quarta S. (n.e.), Di Prospero (5), Pallara (1), Quarta L. (2), Drigo (4). All.: Sandro Argentieri

 

 

Parziali: 13-15; 18-17; 19-19; 9-14

Progressivi: 13-15; 31-32; 50-51; 59-65 

 

 

Arbitri: Mitrugno Marco di Mesagne (BR) e Giuseppe Russo di Taranto

 

 

 

Ci sono vittorie che emotivamente portano in dote ben più dei due punti in classifica: il successo odierno ottenuto dalla Nuova Pallacanestro Monteroni sul campo della New Basket Mola appartiene senza ombra di dubbio a tale categoria. I salentini hanno infatti conquistato il bottino in palio nello scontro diretto per la salvezza con il punteggio finale di 59-65, al termine di 40’ all’insegna dell’equilibrio.

 

I viaggianti provavano sin dalle prime battute a prendere confidenza con il canestro avversario, sfruttando la fisicità di Deji Adekunle (14) nel pitturato. Mola rimaneva comunque in scia, favorita da qualche sbavatura in attacco dei salentini. Il match non ingranava, con i due team incapaci di trovare continuità offensiva e piazzando giusto qualche punto sporadico: dopo i primi 10’, il punteggio si fermava sul 13-15.

 

Nel corso della seconda mini-frazione, i ritmi apparivano particolarmente elevati: Francesco Errico (7) ed il nuovo acquisto Matteo Di Prospero (5) si alternavano in cabina di regia, mentre sul fronte molese Gachette (27) si metteva in mostra con un paio di conclusioni vincenti. Il bel gioco latitava, lasciando spazio a numerosi errori in fase di costruzione di gioco da parte delle compagini sul parquet: coach Sandro Argentieri buttava nella mischia i giovani Davide Drigo (4) e Ludovico Quarta (2), bravi a farsi trovare pronti su entrambe le metà campo. I padroni di casa non lasciavano comunque strada libera ai tarantolati, affidandosi alle realizzazioni di Cairns (11) e Preite (4) e chiudendo in svantaggio di un solo punto il primo tempo (31-32)

 

Negli spogliatoi, gli staff tecnici provavano a riorganizzare le idee in vista dei restanti 20’: i tarantolati sembravano pronti ad ingranare una marcia in più, grazie ad un positivo avvio di terzo quarto in cui, con i canestri firmati da Antonio Chirico (10) e Simas Raupys (13), si portavano sul +8. Tuttavia, qualche disattenzione permetteva a Mola di ricucire lo strappo: la buona prestazione di Cordici (10) regalava ai padroni di casa anche il controsorpasso, vanificato dal rientro monteronese sul finire di mini-frazione. Al termine del quarto, il tabellone segnapunti indicava il parziale di 50-51.

 

Durante gli ultimi e decisivi 10’, dopo alcune azioni timorose, i gialloblù iniziavano a trovare una discreta continuità in attacco: ai canestri di Lorenzo Calasso (9) seguivano quelli griffati dai soliti Adekunle, Chirico e Raupys, mentre i biancoblù incontravano difficoltà nel perforare la difesa monteronese. Nonostante i tentativi di Cairns e Gachette, la NPM manteneva il controllo della situazione sino all’ultimo minuto: a circa 30” dal suono della sirena finale, sul parziale di 59.64, Errico recuperava un pallone fondamentale e veniva atterrato da Cairns. Il fallo antisportivo fischiato al lungo irlandese mandava i titoli di coda sull’incontro, definitivamente incanalato sui binari gialloblù grazie al tiro libero finale siglato da Raupys.

 

 

I tarantolati, grazie a questa vittoria, si sganciano proprio da Mola in classifica, salendo a quota sei punti e abbandonando l’ultima posizione. La prestazione offerta quest’oggi servirà per proseguire al meglio il campionato di Serie C Gold pugliese, a partire dalla prossima giornata: domenica 9 dicembre, i giovani gialloblù saranno di scena al Pala “Quarta-Lauretti” in occasione della difficile sfida con la Action Now Monopoli.

 

 

Matteo LEO (foto di Mino LEO)