Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Nuova Pallacanestro Monteroni

News

Quarta Caffè Monteroni: una vittoria fondamentale sotto l'albero!

Venerdì 22 Dicembre 2017 in Prima squadra

 

Quarta Caffè Monteroni (64): Durini (11), Errico (9), Latella (11), Chirico (20), Ljoljic (6), Guido (n.e.), Martino (n.e.), Lorenzo (n.e.), Pallara (3), Leucci (2), Quarta Lud. (2). All: Sandro Argentieri

 

 

Libertas Altamura (63): Radovic (9), Monacelli (15), De Bartolo, Vukovic (12), Biagini (7), Fui (1), Vignola (4), Loperfido, De Palo, Barozzi (16). All: Gianpaolo Ambrico

 

 

Parziali: 14-18; 14-13; 10-13; 20-14; 6-5

Progressivi: 14-18; 28-31; 38-44; 58-58; 64-63

 

 

Arbitri: Angelo Racanelli di Matera e Bernardino Dimonte di Bernalda (MT)

 

 

 

Il 2017 cestistico della Quarta Caffè Monteroni si chiude con il sorriso, dopo il successo casalingo dei gialloblù nella sfida con la Libertas Altamura, maturato con il punteggio finale di 64-63 dopo un tempo supplementare.

La sfida, non propriamente spettacolare e caratterizzata da errori tecnici da parte di entrambe le squadre, ha premiato lo sforzo finale dei gialloblù, bravi a rimanere freddi nei secondi decisivi.

 

Già dal primo quarto, le due squadre partivano con marce basse, preferendo un approccio più ragionato e cercando di “studiare l’avversario”. I padroni di casa tentavano di scaldare la sfida con conclusioni poco precise, mentre i viaggianti riuscivano a trovare un mini-vantaggio sfruttando più di qualche seconda occasione concessa a rimbalzo dalla difesa salentina. Un paio di triple di Monacelli (15) suonavano la carica per i biancorossi, in vantaggio al suono della prima sirena (14-18).

 

La seconda frazione iniziava nel peggiore dei modi per i tarantolati, incapaci di trovare la via del canestro per buona parte del tempo. Dalla parte opposta Barozzi (16) metteva in mostra le sue doti nel pitturato, rappresentando un punto di riferimento offensivo per i suoi ed una costante minaccia per i gialloblù.

I giocatori in divisa griffata “Quarta Caffè” riuscivano a smuovere le “ragnatele” dal canestro soltanto nella seconda metà della mini frazione, anche grazie all’energia profusa da Francesco Errico () e da Ludovico Quarta (), con qualche lampo di Miroslav Ljoljic () e Domenico Latella (), sottotono rispetto alle precedenti e ottime uscite. Le formazioni rientravano quindi negli spogliatoi sul parziale di 28-31.

 

 

Dopo la classica bevanda calda, le due squadre tornavano sul legno intrecciato del Pala “Quarta-Lauretti” per affrontare gli ultimi 20’ della sfida. Tuttavia, la pausa di 15’ non giovava particolarmente allo spettacolo, con i due team ancora incapaci di trovare continuità in attacco.

La NPM provava a rimanere in scia, ma Vukovic (12) e compagni partivano con le prove tecniche di allungo, sfruttando le indecisioni e i palloni persi dalla compagine salentina, in evidente difficoltà. Coach Sandro Argentieri cercava di spronare i suoi ragazzi e, con lui, anche i sostenitori gialloblù desiderosi di rimonta, mentre il tabellone segnapunti indicava il parziale di  38-44.

 

Nell’ultima frazione di gioco dei tempi regolamentari, la Quarta Caffè rientrava a strettissimo contatto con gli avversari, grazie alle preziose giocate di Gianluca Pallara (3), Francesco Leucci (2) e Federico Durini (11). Altamura rispondeva con i canestri dei soliti Monacelli e Barozzi, coadiuvati dalle letture di Radovic (9), con la difesa monteronese che provava a chiudere gli spazi ai giocatori biancorossi più rappresentativi.

Negli ultimi secondi del quarto, con Altamura in vantaggio di una lunghezza (53-54), Barozzi prendeva la linea di fondo e inchiodava con una schiacciata il +3 per i viaggianti. Coach Argentieri chiamava immediatamente time-out per disegnare uno schema che liberasse i tiratori gialloblù nel tentativo di impattare sul 56-56. Alla fine, il gioco premiava Antonio Chirico (20) che, con freddezza, sganciava l’unica “bomba” della sua serata. Tuttavia, le emozioni non finivano qui: sul ribaltamento di fronte, a poco meno di due secondi dalla sirena finale, Biagini conquistava un doppio viaggio in lunetta, tramite cui riportava in vantaggio i suoi. Sul secondo tentativo, ancora una volta Chirico sfruttava un’ingenuità avversaria a rimbalzo e conquistava a sua volta due tiri liberi di capitale importanza.

In un Pala “Quarta-Lauretti” ammutolito per la tensione, l’esperta ala centrava il bersaglio in entrambe le conclusioni, prolungando la sfida per ulteriori 5’.

 

Nel tempo supplementare la musica non cambiava e proseguiva sui binari già tracciati nel corso dei tempi regolamentari, con poco spettacolo ma tanto agonismo ed equilibrio. Sul +4 monteronese, Altamura realizzava un gioco da tre punti di capitale importanza che portava ad un solo punto il vantaggio gialloblù.

I salentini avevano in mano la palla per incrementare il gap ma il tentativo di Ljoljic andava fuori misura, lasciando quattro secondi a disposizione del contropiede di Radovic: proprio mentre Altamura assaporava un canestro decisivo a fil di sirena, il funambolico Francesco Errico (fondamentale nell’intero arco della sfida), “nascosto sotto le foglie”, riusciva a rubare la sfera arancione dalle mani del playmaker avversario, consegnando agli archivi la vittoria NPM.

 

 

Il 2017 della palla a spicchi cala quindi il suo sipario, regalando all’ambiente cestistico monteronese una vittoria emozionante, sofferta e fondamentale. Con questo successo, i salentini salgono a quota 10 punti in classifica, inaugurando nel migliore dei modi il girone di ritorno del campionato di Serie C Silver pugliese.

 

La pausa natalizia arriva nel momento migliore per i salentini, stanchi dopo due sfide ravvicinate terminate entrambe all’overtime. Gli atleti tarantolati potranno ora ricaricare le batterie fisiche e mentali, per farsi trovare pronti al prossimo appuntamento: i gialloblù saranno di nuovo in scena sabato 6 gennaio in quel di Taranto, in occasione della sfida in trasferta con il Cus Jonico Taranto.

 

 

Matteo LEO (foto di Mino LEO)