Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Nuova Pallacanestro Monteroni

News

NPM: Ceglie strappa il successo al Pala "Quarta-Lauretti"

Domenica 4 Novembre 2018 in Prima squadra

 

Nuova Pallacanestro Monteroni (58): Errico (7), Calasso L. (6), Raupys (22), Drigo (8), Adekunle (4), Quarta S. (n.e.), Pallara (2), Quarta L., Chirico (9), Giordano (n.e.).All.: Sandro Argentieri

 

 

Nuova Pallacanestro Ceglie 2001 (70): Lasorte (2), Okmanas (17), Leucci (8), Pace (8), Cvetanovic (21), Palma (n.e.), Provvidenza, Devita (n.e.), Veccari (7), Mirone (7). All.: Giovanni Putignano

 

 

Parziali: 20-18; 14-12; 13-18; 11-22

Progressivi: 20-18; 34-30; 47-48; 58-70

 

 

Arbitri: Angelo Lenoci di Massafra (TA) e Francesco Calisi di Monopoli (BA) 

 

 

 

Seconda sconfitta casalinga per la Nuova Pallacanestro Monteroni in occasione della quinta giornata del campionato di Serie C Gold pugliese: i tarantolati sono stati superati tra le mura amiche dalla Nuova Pallacanestro Ceglie 2001 con il punteggio finale di 58-70.

 

 

I salentini si sono resi protagonisti di un’eccellente partenza, con Simas Raupys (22) ancora una volta letale nel primo periodo di gioco. I messapici rimanevano in scia grazie ad un paio di conclusioni vincenti dell’ex Francesco Leucci(8) ed alla presenza nel pitturato di uno strabordante Sinisa Cvetanovic (21), autore di una prestazione maiuscola nei 40’ di gioco. Con una serie di capovolgimenti di fronte, le due formazioni davano vita ad un primo quarto dai ritmi frizzanti, particolarmente gradevoli per gli appassionati presenti: al suono della prima sirena, il tabellone segnapunti indicava il parziale di 20-18.

 

Nel corso dei primi minuti della seconda mini-frazione i padroni di casa faticavano a trovare continuità offensiva, dovendo attendere quasi 6’ prima di realizzare il primo canestro dal campo del periodo. Sul fronte opposto, Ceglie doveva comunque fare i conti con la buona organizzazione difensiva di Pallara (2) e compagni, bravi a non disorganizzarsi di fronte alle realizzazioni di Okmanas (17) e Pace (8). I tarantolati aggiustavano la mira verso la fine del primo tempo, con le conclusioni vincenti di Antonio Chirico (9), Raupys e Lorenzo Calasso (6) che riportavano in vantaggio la NPM prima dell’intervallo lungo, sul punteggio di 34-30.

 

 

Dopo la consueta “chiacchierata” nello spogliatoio, le due squadre rimettevano piede sul legno intrecciato del Pala “Quarta-Lauretti” per affrontarsi nei restanti 20’. Il terzo quarto si presentava sin da subito particolarmente “muscolare”, con numerose battaglie sportive nel pitturato. Le percentuali al tiro non sorridevano alle due compagini, mentre Deji Adekunle (4) faceva il possibile per contenere la fisicità del duo composto da Cvetanovic e Mirone (7), commettendo il quarto fallo personale. Nel momento di difficoltà, i padroni di casa rimanevano comunque in partita grazie alla consueta grinta offerta dal capitano Francesco Errico(7), entrando nella frazione decisiva in svantaggio di un solo punto (47-48).

 

I decisivi, ultimi 10’ confermavano ed enfatizzavano il trend della mini-frazione precedente, con entrambe le squadre pronte a tutto pur di portare a casa i due punti in palio. Monteroni peccava con un paio di sbavature di troppo dettate dall’inesperienza e da qualche fischio dubbio, prontamente punite dai messapici. Nonostante i tentativi di Drigo (8), i viaggianti riuscivano a costruire un vantaggio in singola cifra ma comunque sufficiente per tenere a bada i tentativi di rimonta dei salentini, ottenendo così la terza vittoria stagionale. 

Al termine del match, in un momento particolarmente toccante e dal grande significato sportivo, Francesco Leucci veniva salutato affettuosamente dai suoi ex tifosi, sempre vicini ad un monteronese doc come “Checco”: l’ex capitano gialloblù, visibilmente commosso, riceveva in tributo una standing ovation dall’intero palazzetto.

 

 

Ancora una volta i gialloblù hanno tenuto testa ad una formazione quadrata, ricca di talento e pronta a lottare per un posto nei playoff. Nonostante la sconfitta, coach Sandro Argentieri può comunque essere soddisfatto dell’approccio al match dei suoi ragazzi, bravi a lottare su ogni pallone per 40’. 

 

Occorre pazienza: i risultati arriveranno. Il collettivo tarantolato si preparerà in settimana per accelerare i tempi e provare a ritrovare il successo già in occasione del prossimo turno di campionato. Domenica 11 novembre, alle ore 18:15, i giovani NPM saranno in campo a Castellaneta per affrontare i locali della Valentino Castellaneta.

 

 

Matteo LEO (foto di Mino LEO)