Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Nuova Pallacanestro Monteroni

News

Quarta Caffè Monteroni: Stop esterno a Taranto

Domenica 13 Ottobre 2019 in Prima squadra

 

Cus Jonico Taranto (80): Grosso (13), Longobardi (16), Bricis (10), Di Diomede (13), Dusels (17), Pannella (2), Cito (1), Mattei (n.e.), Berzins (6), Bitetti (2). All.: Davide Olive

 

 

Quarta Caffè Monteroni (64): Martina (14), Pallara (6), Leucci (15), Povilaitis (9), De Sousa (11), Quarta S. (1), Errico (n.e.), Stano, Calasso (2), Zacchigna (6). All.: Sandro Argentieri

 

 

Parziali: 25-12; 24-19; 18-22; 13-11

Progressivi: 25-12; 49-31; 67-53; 80-64

 

 

Arbitri: Marco Mitrugno di Mesagne (BR) e Angelo Iaia di Brindisi

 

 

 

Arriva la prima sconfitta stagionale per la Quarta Caffè Monteroni, fermata al Pala “Fiom”di Taranto dai locali del Cus Jonico Taranto con il punteggio finale di 80-64. I tarantolati, privi dell’infortunato Francesco Errico, sono stati protagonisti di una prestazione altalenante, in cui la freschezza del collettivo gialloblù non è riuscita ad emergere con costanza per impensierire a sufficienza gli avversari.

 

 

I padroni di casa partivano subito con il piede pigiato sull’acceleratore, piazzando un parziale di 11-2 nei primi 3’ di gioco grazie ad un’ottima precisione al tiro. Sul fronte opposto, i viaggianti faticavano a sbloccarsi in fase offensiva, soffrendo la buona organizzazione difensiva del team allenato da coach Olive e trovando qualche sporadico canestro siglato da Audrius Povilaitis (9) e Malony De Sousa (11). I rossoblù rimanevano in controllo della situazione fino al termine del primo quarto, conclusosi sul progressivo di 25-12.

 

La gara non cambiava registro nei minuti successivi, con Taranto capace di allargare ulteriormente le distanze grazie ai canestri portati in dote da Bricis (10), Longobardi (16) e Dusels (17), mentre i tarantolati erano costretti ad inseguire con poca lucidità e numerosi errori al tiro. Il Cus Jonico riusciva a toccare il massimo vantaggio (+24) a 2’ dal termine del primo tempo, ma i gialloblù ridimensionavano di qualche punto il gap grazie alle iniziative di Francesco Leucci (15) e ad un jumper dalla media distanza di Giorgio Zacchigna (6): alla pausa lunga, le due formazioni si fermavano sul punteggio di 49-31, siglato da un canestro all’ultimo secondo di Berzins (6).

 

 

Al rientro in campo, il team griffato “Quarta Caffè” appariva sin dalle primissime battute molto più vivace e desideroso di rimettersi in carreggiata.

Le iniziative di Matteo Martina (14) costringevano la difesa avversaria a spendere numerosi falli e, migliorando le percentuali al tiro, i viaggianti riuscivano rapidamente a portarsi in singola cifra di svantaggio, a sole otto lunghezze dai padroni di casa. Gli ionici, frastornati, si affidavano alle invenzioni di un eccellente Andrea Grosso (13), fondamentale nell’impedire che l’inerzia si spostasse totalmente verso i salentini. Nonostante la vivacità del “tuttocampista” Gianluca Pallara (6), i monteronesi non riuscivano a ridimensionare ulteriormente il gap, lasciando punti preziosi sul finire di quarto (67-53).

 

Nel periodo decisivo, i monteronesi raggiungevano immediatamente la “zona bonus”, spendendo numerosi falli nel giro di pochi minuti. I padroni di casa approfittavano della situazione, mantenendo un rassicurante distacco. Fisicamente e soprattutto mentalmente provati, con Matteo Martina espulso per proteste e Francesco Leucci limitato dai crampi, i giovani salentini perdevano il contatto e vanificavano gli sforzi di rimonta, lasciando strada libera ai rossoblù, i quali chiudevano l’incontro senza particolari grattacapi. Tra i viaggianti si segnalano gli esordi del giovanissimo Simone Quarta (1), classe 2004 e prodotto del vivaio monteronese, sceso in campo per 6’ e di Samuele Stano, classe 2000 utilizzato nel corso del match in posizione di guardia-ala.

 

 

Una sconfitta che servirà sicuramente nel percorso di crescita del gruppo allenato da coach Sandro Argentieri. La formazione gialloblù ha patito l’assenza di un condottiero in campo come il capitano Francesco Errico e ha registrato la necessità di migliorare, com’è fisiologico che sia, l’intesa in campo.

 

Nonostante il passo falso, occorre ripartire con la grinta e la positività che accompagneranno nel corso della stagione i ragazzi tarantolati: tra sette giorni, una nuova sfida in trasferta vedrà la Quarta Caffè impegnata con la corazzata Action Now Monopoli.

 

 

Matteo LEO (foto di Mino LEO)