Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Nuova Pallacanestro Monteroni

News

NPM: Prestazione orgogliosa nel derby, ma gara-1 va alla Lupa

Lunedì 8 Aprile 2019 in Prima squadra

 

Pallacanestro Lupa Lecce (77): Salamina (5), Brajkovic (18), Malaventura (5), Mocavero (11), Vranjkovic (21), Rizzato (n.e.), Colucci (n.e.), Durini (14), Nolli, Marinelli (3). All.: Sandro Di Salvatore

 

 

Nuova Pallacanestro Monteroni (73): Errico (2), Calasso (6), Raupys (20), Chirico (25), Adekunle (11), Di Prospero (9), Martino (n.e.), Quarta S. (n.e.), Pallara, Drigo. All.: Sandro Argentieri

 

 

Parziali: 29-19; 10-11; 22-20; 16-23

Progressivi: 29-19; 39-30; 61-50; 77-73

 

 

Arbitri: Angelo Lenoci di Massafra (TA) e Matteo Rodi di Brindisi

 

 

 

La Nuova Pallacanestro Monteroni sfiora il “colpaccio” in gara-1 dei quarti di finale play-off del campionato di Serie C Gold pugliese: i tarantolati, impegnati in trasferta sul campo della corazzata Pallacanestro Lupa Lecce, hanno dato filo da torcere agli avversari sino all’ultimo secondo, quando il suono della sirena ha archiviato il match sul punteggio finale di 77-73. 

 

I gialloblù si sono resi protagonisti di una prestazione caparbia, rendendo la vita difficile ai padroni di casa e rimanendo uniti nei momenti di difficoltà: mentre Lecce piazzava triple pesanti, i tarantolati non indietreggiavano di un millimetro, ispirati dall’energia dei vari Errico(2), Calasso(6), Di Prospero(9) e Adekunle(11).

 

La Lupa poteva contare sulla serata di grazia di Brajkovic (18) e Vranjkovic (21), toccando la doppia cifra di vantaggio e mantenendo il gap più o meno costante nell’arco della sfida. Tuttavia, con un quarto periodo ricco di orgoglio, la formazione di coach Sandro Argentieri tornava prepotentemente in scia, trascinata dalle belle giocate di Simas Raupys (20) e Antonio Chirico (25), Proprio l’atleta di Pozzuoli firmava la tripla del pareggio a 2’ dal termine, mandando in estasi i numerosi tifosi monteronesi presenti. 

 

L’esperienza e la qualità del roster leccese emergeva proprio nel momento decisivo della sfida, lasciando l’amaro in bocca ai gialloblù per un’impresa soltanto sfiorata.

 

Nulla può essere rimproverato ad un collettivo che, per l’ennesima volta, ha dato prova delle proprie capacità: la NPM ha duellato sostanzialmente alla pari con una formazione assemblata per la promozione in Serie B, dimostrandosi anche questa volta un’autentica mina vagante.

 

L’energia e il calore del Pala “Quarta-Lauretti” saranno ora alleati fondamentali in gara-2, prevista alle ore 19di mercoledì 10 aprile: i tarantolati scenderanno in campo con il chiaro obiettivo di prolungare la serie sino alla decisiva gara-3.

Matteo LEO (foto di Mino LEO)