Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Nuova Pallacanestro Monteroni

News

NP Monteroni contro tutti! .... e Trapani passa nel finale.

Lunedì 11 Febbraio 2013

Trapani passa sul parquet monteronese, con merito, dall'alto dell'esperienza dei propri giocatori che oltre a dare quanto possono hanno anche egregiamente letto il metro arbitrale che sin dai primi minuti ha favorito i contatti in area Trapanese. La cronaca non può che iniziare da questa riflessione sul nostro sito ove spesso abbiamo decantato le lodi di fischietti che hanno dato dimostrazione di bravura (anche quando abbiamo perso!). Ma se una neo-promossa deve scendere sul campo oltrechè presa dalle difficoltà che il salto di categoria propone anche angosciata dal metro arbitrale... crediamo veramente sia troppo per chiunque.

La NPM (senza Serroni) ha infatti giocato la gara punto a punto contro i prestigiosi avversari cedendo solo a metà quarto tempo, momento in cui ha pagato a caro prezzo alcuni errori difensivi, la gestione improduttiva di alcuni palloni ma soprattutto i mancati fischi degli arbitri che oltre a non assegnare mai fallo ai Trapanesi sulle entrate degli esterni di casa (che hanno tirato col mani dei difensori addosso per tutta la gara) si sono visti assegnare contro due palloni mandati fuori campo dai giocatori ospiti..... ma passiamo alla cronaca tecnica dell'incontro.

La gara parte con le difese protagoniste se consideriamo che al 6° minuto il punteggio è fermo sul 6-9 frutto di due penetrazioni di un ottimo Potì e di uno stupefacente Rizzitiello che con un 3/4 dalla lunga distanza monopolizza il tabellino ospite.  La fase finale vede i padroni di casa iniziare a lamentarsi con gli arbitri per i falli non fischiati anche sul press a tutto campo del Trapani; coach Lezzi con la zona chiamata negli ultimi due minuti argina Trapani e consente a Provenzano (che oltre a realizzare si evidenzia anche in fase di rimbalzo difensivo) di colpire con una tripla per il finale 13-15=

.

Nel secondo quarto si parte con un canestro in penetrazione di Serio su assist di Chirico poi Durini brucia in entrata Virgilio e deposita la palla al ferro per il pareggio (21-21). Svoboda e Ianes reagiscono con furia e classe ma ancora Durini da 3 riaggancia il pari. Le proteste per i falli non fischiati a Provenzano (che comunque il suo bottino lo realizza lo stesso!) e Di Giacomo aumentano mentre il Trapani sfrutta al meglio il momento tentando di allungare. Ma ancora Potì autore di un'ottima gara riavvicina la NPM e il quarto si chiude sul 26-32=.

E' il turno di Di Giacomo (poco preciso al tiro ma maestoso a rimbalzo) e di Paiano nel salire in cattedra; i lunghi leccesi con due schiacciate contro la difesa schierata ricuciono lo strappo. Paiano continua la sua striscia con altri tre canestri dalla media distanza ma la difesa di casa non riesce ad arginare Svoboda e Rizzitiello che scavano un piccolo divario (41-49). Coach Lezzi abbassa il quintetto reinserendo Durini per Salamina e Provenzano per Paiano; la difesa gialloblù sale di intensità, i padroni di casa rubano un paio di palloni che si concretizzano in veloci realizzazioni. Poi negli ultimi due minuti è ancora la zona leccese a fare la differenza e la bellissima quanto difficile tripla di Potì dà il vantaggio alla NPM (50-49)=.

Nell'ultimo quarto Trapani riparte forte ma prima Durini in acrobazia poi Potì da tre ridanno il vantaggio alla NPM; siamo al terzo minuto e una palla non controllata da Virgilio (solo e senza avversari vicino)  viene assegnata dagli arbitri al Trapani. Il pubblico protesta in maniera veemente l'ennesima nefandezza arbitrale ma a questo punto subentrano anche alcuni errori determinanti della NPM : Salamina lascia colpire Virgilio dalla lunga distanza per due volte, in attacco due palloni consecutivi vengono gestiti dai padroni di casa fuori ritmo con conclusioni fuori dai giochi ordinati dalla panchina. E Trapani ringrazia scavando il solco che poi sarà determinante. Chirico dalla lunga distanza e Provenzano cercano di ricucire lo strappo ma lo sforzo risulta inutile. Da segnalare a 2 minuti dalla fine il fallo Tecnico fischiato a Coach Lezzi che all'ennesimo fallo non fischiato su un' entrata di Provenzano è stato reo addirittura di aver reclamato con gli arbitri! Tecnico che però serve perchè a risultato oramai acquisito.... gli arbitri decidono di fischiare qualche  falletto in favore della NPM!

Letta la cronaca sarà forse più chiara l'apertura di questo articolo nel quale lo ripetiamo non si vuol togliere alcun merito al Trapani anzi se ne vogliono esaltare le doti. Così come all'analisi tecnica che vede la NPM compiere alcuni errori nei momenti topici non si possono non collegare le decisioni arbitrali subite.

Ora per la NPM è l'ora di scuotersi; domenica si va a Rieti contro una squadra che ha grosse ambizioni ma non si può partire per la trasferta senza la consapevolezza che quando la squadra fa quel che viene richiesto e gioca sfruttando le proprie capacità è in grado di affrontare chiunque. Da qui si deve ripartire per chiudere il campionato raccogliendo i frutti del duro lavoro in palestra.

 
STATISTICHE GARA 

img001