Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Nuova Pallacanestro Monteroni

News

NPM-Taranto: E' vittoria!

Domenica 26 Ottobre 2014 in Prima squadra

 

Nuova Pallacanestro Monteroni (81): Grosso (12), Ingrosso (15), Potì (18), Leggio (8), Mocavero (22), De Giorgio, Paiano (6), Errico, Leucci, Calasso G. All: Antonio Lezzi

 

Cus Jonico Taranto (72): Giancarli (7), Sivakov (24), Potì (6), De Paoli (20), Tabbi (5), Bisanti (5), Conte (3), Salerno (2), Pannella, Stola. All: Nicola Leale.

 

Parziali: 24-13; 14-19; 25-10; 18-30.

 

Progressivi: 24-13; 38-32; 63-42; 81-72.

 

Arbitri: Petrone (SA) e De Prisco (SA).

 

 

Alla quarta giornata di campionato Nuova Pallacanestro Monteroni fa registrare il primo acuto stagionale tra le mura amiche. A farne le spese i giovani avversari del Cus Jonico Taranto, battuti con il punteggio di 81-72. Partita sempre in controllo dei padroni di casa, capaci di viaggiare anche a 20 lunghezze di distanza.

 

Coach Lezzi decide di partire con il suo classico starting five (Grosso, Ingrosso, Potì, Leggio e Mocavero) e altrettanto fa il collega Leale, il quale si affida a Giancarli, Sivakov, Potì, De Paoli e Tabbi. Pronti, via ed è subito Monteroni con un parziale iniziale di 7-0. Federico Ingrosso (15) appare particolarmente ispirato sia in fase realizzativa (3/5 per lui dalla linea dei tre punti a fine partita) sia quando è chiamato a sfornare gli assist decisivi. Dall’altra parte, l’ex di turno Stefano Potì (6) prova a tenere a galla i suoi, coadiuvato dal guerriero Alessandro Tabbi (5). Sotto le plance, però, è l’esperienza di Manuele Mocavero (22) a fare la differenza. Il lungo salentino trova facilmente la via del canestro e riesce a correggere più di una conclusione sbagliata dai compagni. Dopo i primi dieci minuti di gioco il risultato parziale è di 24-13.

 

L’avvio del secondo quarto vede i monteronesi capaci di produrre un gioco ordinato e concreto, capace di mettere in difficoltà i giovani avversari. Alessandro Potì (18) scalda la mano mancina con un paio di conclusioni dalla lunga distanza. Georgi Sirakov (24) risponde colpo su colpo, mettendo in mostra un invidiabile arsenale in zona d’attacco. Alessandro Paiano (6), capitano dei padroni di casa, combatte come un leone nell’area pitturata chiudendo la strada ai tentativi di penetrazione degli esterni avversari. La maggiore freschezza dei giovani viaggianti, però, riporta gli ionici a contatto. Si va all’intervallo lungo sul 38-32.

 

Negli spogliatoi gli allenatori hanno modo di spronare e dispensare consigli ai rispettivi atleti e dopo la classica pausa di 10’ minuti si entra nel secondo tempo della partita. La terza frazione è di marca esclusivamente monteronese. Ogni attacco è ben costruito dall’eccellente Andrea Grosso (12), autore di una prestazione a tuttotondo. Sivakov e Ludovico De Paoli (20) non indietreggiano di un passo, ma i ragazzi di coach Lezzi sono troppo in palla. Gianmarco Leggio (8) è autore di un paio di stoppate dall’alto tasso di spettacolarità, mentre il Pala “Quarta-Lauretti” diviene una bolgia pronta a sostenere i propri beniamini. Ormai in pieno controllo, i gialloblù toccano il +21 (63-42), sigillato dalla “bomba” a fil di sirena dello strepitoso Alessandro Potì.

 

L’ultimo quarto è una formalità per Monteroni, chiamato a difendere l’ampio vantaggio. Coach Lezzi usa le seconde linee, mentre coach Leale continua a cavalcare l’ottima vena realizzativa di Sivakov e De Paoli, supportati dal play Marco Giancarli (7). Sul parquet trova spazio anche il giovanissimo Gianmarco Calasso, classe ’97 all’esordio in serie B. Gli ionici silenziosamente e lentamente riducono lo strappo, pur senza completare la clamorosa rimonta. La partita va in archivio con il punteggio finale di 81-72.

 

Finalmente i primi due punti tra le mura amiche per la Nuova Pallacanestro Monteroni, arrivati al termine di un’eccellente prestazione corale un po’ macchiata dalle sbavature finali che hanno diminuito il gap tra le due squadre. Per il Cus Jonico Taranto secondo stop consecutivo dopo la sconfitta casalinga con Palermo. Il morale dello spogliatoio gialloblù dopo la vittoria sarà sicuramente alto e in settimana ci si concentrerà con serenità al prossimo impegnativo incontro. Domenica 2 novembre i salentini saranno di scena a Catanzaro, contro i locali della Planet Catanzaro. Intanto, questi due punti fanno morale e classifica.

 

Matteo LEO