Archivio notizie

Quarta Caffè Monteroni: cocente sconfitta ad Altamura

Pubblicato in Prima squadra - 2021-04-19 12:18:00

 

Libertas Altamura (67): Liso (15), Gaudiano (12), Clemente (12), Bojkovic (13), Egwoh (9), Casareale (2), Coretti, Larocca (n.e.), Lopane, Loperfido (4). All.: Luciano Cotrufo

 

Quarta Caffè Monteroni (62): Lasorte (12), Pallara (11), Leucci (10), Opalevs (7), Banti (17), Calò, Durini (n.e.), Campilongo (n.e.), Stefanizzi, Giordano (2), Colaci (3). All.: Sandro Argentieri

 

Parziali: 4-11;19-26; 23-11; 21-14

Progressivi: 4-11; 23-37; 46-48; 67-62

 

Arbitri: Francesco Calisi di Monopoli (BA) e Giuseppe Russo di Taranto

 

La Quarta Caffè Monteroni torna a mani vuote dalla trasferta ad Altamura: in occasione del primo turno di ritorno del girone C del campionato di Serie C Gold, i salentini sono stai superati dai locali della Libertas Altamura con il punteggio finale di 67-62.

Un k.o. amaro per i tarantolati, arrivato dopo una rimonta subita nel corso della seconda metà del match, dpo aver condotto senza grossi grattacapi nei primi 20' di gioco.

 

La prima frazione premiava principalmente le difese, con un punteggio parziale piuttosto basso e frutto di numerosi errori al tiro e in fase di costruzione. Gianluca Pallara (11) si rendeva protagonista di un paio di recuperi importanti per dare la carica ai compagni di squadra: le maglie difensive risultavano particolarmente strette su entrambi i fronti ed il primo quarto andava in archivio sul perentorio punteggio di 4-11.

 

Nel corso dei secondi 10', i viaggianti ingranavano la marcia superiore, attaccando il cuore dell'area con efficacia e trovando risposte importanti dal giovanissimo Enrico Colaci (3), entrato in partita con il giusto atteggiamento. Accanto a lui, anche gli altri prodotti del vivaio, Giulio Stefanizzi e Giulio Giordano (2), portavano in dote forze fresche ed energia, mentre Rolands Opalevs (7) e Francesco Leucci (10) assicuravano punti importanti: sfruttando l'onda positiva, i tarantolati scavavano un importante gap che li portava anche sul +19, prima di arrivare al riposo lungo sul parziale di 23-37.

 

Al rientro sul terreno di gioco, i biancorossi partivano all'arrembaggio nel tentativo di ricucire il gap: grazie alla fisicità di Bojkovic (13) e alle iniziative di Gaudiano (12) e Clemente (12) i padroni di casa dimostravano il giusto carattere per rimettersi in corsa, mentre sul fronte opposto Diego Banti (17) portava avanti i suoi ispirando i compagni e colpendo dalla media distanza e nel pitturato. Tuttavia, l'attacco di Altamura si dimostrava estremamente prolifico, annullando il distacco costruito dalla NPM e chiudendo il terzo quarto sul punteggio di 46-48.

 

Nella frazione decisiva, le due formazioni si rispondevano colpo su colpo, nonostante la "spia rossa" delle energie fisiche e mentali e gli errori sempre più frequenti in entrambe le metà campo. Andrea Lasorte (12) provava a scuotere i suoi nei minuti decisivi dell'incontro, mentre Liso (15) garantiva la giusta vena realizzativa.

Con meno di 3' al suono della sirena, i padroni di casa trovavano il primo vantaggio della serata con una tripla di Gaudiano, seguito qualche secondo più tardi da Clemente. I gialloblù accusavano il colpo emotivo e non riuscivano a rispondere a dovere, con l'inerzia ormai definitivamente in favore dei biancorossi ed il punteggio finale sugellato dal doppio appuntamento ai liberi di Gaudiano.

 

Una sconfitta che brucia in casa tarantolata, arrivata al termine di un match che i salentinni avevano dimostrato di poter gestire nel migliore dei modi nei primi 20'. L'ottima reazione avversaria e le imprecisioni della squadra ospite hanno impedito ai ragazzi di coach Sandro Argentieri di centrare il primo successo in trasferta. Le assenze di Federico Durini e Federico Lorenzo hanno sicuramente avuto un peso specifico nell'economia della sfida ma, con un gap così ben costruito fino a metà sfida, il collettivo griffato "Quarta Caffè" avrebbe dovuto centrare il bersaglio grosso e gestire con maggiore attenzione i restanti minuti di gioco.

Con un match ancora da recuperare (la sfida con Molfetta sarà disputata il 13 maggio), i gialloblù cercheranno di conquistare punti preziosi per scalare posizioni e centrare una delle prime quattro posizioni, in modo da scongiurare il rischio playout.

 

Prossimo passo sarà la sfida tra le mura amiche del Pala "Quarta-Lauretti" con la Nuova Matteotti Corato, team anch'esso fermo a quota 4 punti (ma con due incontri da recuperare): palla a due in programma per le ore 18 di domenica 25 aprile.

 

Matteo LEO (foto di Mino LEO)

 

Commenti