Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Nuova Pallacanestro Monteroni

News

Quarta Caffè Monteroni: cuore e grinta gialloblù, ma alla fine la spunta Ruvo

Domenica 15 Ottobre 2017 in Prima squadra

 

Quarta Caffè Monteroni (68): Durini (21), Errico (5), Latella (12), Chirico (9), Ljoljic (18), Guido (3), Quarta Lud., Quarta M. (n.e.), Quarta Luca (n.e.), Spedicato (n.e.), Pallara (n.e.), Martino (n.e.). All: Sandro Argentieri

 

Techno Switch Ruvo (80): Grimaldi (6), Gatta A. (11), Preite (26), Serino (11), Kymantas (19), Carnicella (n.e.), Mascoli (n.e.), Gatta C., Sabeckis (4), Mazzilli (3). All: Francesco Gatta

 

 

Parziali: 17-21; 15-14; 28-17; 8-28

Progressivi: 17-21; 32-35; 60-52; 68-60

 

Arbitri: Marco Mitrugno di Mesagne (BR) e Matteo Rodi di Brindisi

 

Note: Uscito per 5 falli – Errico (M)

 

 

Ancora un’ottima prestazione senza bottino finale per la Quarta Caffè Monteroni nel campionato di Serie C Silver. I salentini, dopo aver lottato per 40’ contro la Techno Switch Ruvo, hanno dovuto ritirare il referto giallo che recitava il punteggio di 68-80.

 

 

Coach Sandro Argentieri, privo di capitan Francesco Leucci e di Dani Arcau, ha potuto schierare il rientrante Antonio Chirico, riaggregatosi in gruppo. Fin dalla palla a due, i padroni di casa hanno messo in mostra il giusto carattere, non facendosi intimorire dal gioco fisico dei viaggianti. Miroslav Ljoljic (18) presidiava il pitturato con determinazione, contenendo i muscoli del diretto avversario Simonas Kymantas (19). Mentre i baresi trovano la via del canestro grazie alle giocate di Serino (11), i gialloblù rispondevano e rimanevano a stretto contatto grazie al mai domo Francesco Errico (5) e alle conclusioni vincenti di Latella (12), apparso meno preciso del solito ma comunque in grado di andare in doppia cifra. Al suono della prima sirena, il tabellone segnapunti indicava il parziale di 17-21.

 

Nei secondi 10’, il match proseguiva sugli stessi binari della prima frazione: Ruvo provava in tutti i modi ad allungare, ma la Quarta Caffè non indietreggiava di un centimetro, rispondendo con grande energia. All’interno del contesto agonistico emergeva anche il giovanissimo Ludovico Quarta, grintoso e capace di dare minuti di riposo agli esterni titolari senza far mancare il proprio contributo difensivo. Sull’errore a fil di sirena dalla lunghissima distanza di Chirico, le squadre prendevano la via degli spogliatoi per il consueto riposo di 15’ con il risultato inchiodato sul 32-35.

 

Al rientro in campo sul legno incrociato del Pala “Quarta-Lauretti”, i tarantolati iniziavano a covare l’idea di prendere il controllo della sfida. Le conclusioni perfette di Federico Durini (21), l’eccellente prova di Miroslav Ljoljic e una tripla pesante del “verde” Alessandro Guido (3) spingevano i padroni di casa fino al +8, nonostante i problemi di falli che affliggevano le pedine fondamentali dello scacchiere di coach Argentieri. Lo scintillante attacco salentino sembrava non dare scampo alla difesa biancoblù e si entrava quindi nella frazione decisiva sul 60-52.

 

Tuttavia, in una scenario molto simile a quello vissuto appena sette giorni fa in quel di Francavilla, la stanchezza del gruppo monteronese iniziava a presentare il salatissimo conto. Nel momento decisivo, i viaggianti riuscivano a trovare il fondo della retina con straordinaria continuità grazie alle conclusioni dall’arco di Preite (26) e alle giocate prepotenti nel pitturato del già citato Kymantas. I tarantolati provavano fino all’ultimo a rimanere aggrappati agli avversari, finendo anche con l’essere presi di mira dalla sfortuna con più di un tentativo respinto beffardamente dai ferri del Pala “Quarta-Lauretti”. Con la schiacciata finale di Kymantas, la partita andava in archivio con il punteggio finale di 68-80.

 

 

Davvero tanto amaro in bocca per la NPM, apparsa in continua crescita mentale e sul piano del gioco. In tutte e quattro le sfide sin qui disputate, l’organico monteronese non è mai stato schierato al completo e questo ha sicuramente avuto un non indifferente peso nell’attuale classifica gialloblù, ingenerosa per quanto fatto vedere sul campo dai giovani tarantolati sino a questo momento.

 

 

Tra una settimana, un nuovo incontro attende la banda di coach Sandro Argentieri: domenica 22 ottobre i salentini saranno in trasferta in terra barese, per affrontare i locali della Fas Corato. Palla a due in programma per le ore 18.

 

 

Matteo LEO

(foto di Mino LEO)